Il mondo del lavoro sta cambiando radicalmente e con esso il mondo IT. I professionisti IT sono i primi portatori di questo cambiamento ma allo stesso tempo sono i primi a “subirlo” e per questo devono adeguarsi velocemente.

Per lavorare e avere successo in ambito IT eccezionali competenze tecniche non sono più sufficienti.

Un software developer deve sapersi coordinare con i colleghi, gestire team di lavoro, trasmettere competenze, risolvere problemi sempre più complessi e relazionarsi efficacemente con il cliente finale.

Questo cambiamento ha portato le aziende a ricercare nei candidati soft skills che erano trascurate in ambito IT:

1.    Comunicazione

Le abilità comunicative sono diventate fondamentali per i professionisti IT di qualsiasi livello. Oltre a comunicare costantemente e con diversi strumenti sia internamente al team che verso clienti e stakeholder (e-mail, preventivi, documenti tecnici, ecc.) un professionista IT deve anche saper spiegare e rendere comprensibili processi estremamente tecnici a persone di diversi settori.

2.    Ascolto

Le abilità di ascolto sono fondamentali per aumentare l’efficacia del professionista e del team in cui viene inserito. Al professionista IT è richiesta una sempre maggiore autonomia in tutte le fasi del processo a partire dall’analisi del fabbisogno del cliente che non può prescindere dalle abilità di ascolto attivo.

           Dimentichiamoci la figura del programmatore concentrato
sul codice senza contatti con il mondo esterno

3.    Team working/Intelligenza emotiva

I progetti IT di alto livello non possono prescindere dal lavoro di squadra e dal coordinamento tra professionisti con diverse competenze e diversi ruoli (solo raramente sono sviluppati da un solo professionista). Un professionista IT deve quindi saper lavorare in gruppo per un obiettivo comune, coordinarsi con i colleghi, ergersi al ruolo di leader se necessario o assumere un ruolo in secondo piano in funzione dell’obiettivo comune.

4.   Flessibilità

La flessibilità sarà una delle soft skills più richieste in tutti i settori. Nello sviluppo dei progetti IT i cambi di rotta, i cambi di team e gli imprevisti sono all’ordine del giorno. Un professionista IT moderno deve sapersi adattare velocemente ai cambiamenti di colleghi, al cambiamento di contesto, al cambiamento di obiettivi e soprattutto deve essere pronto a gestire le costanti e veloci evoluzione tecnologiche e se serve deve saper passare in tempi brevi da un linguaggio di programmazione ad un altro.

5.    Creatività/Problem solving

Il professionista IT dovrà essere sempre di più orientato al futuro per trovare ed anticipare soluzioni con soluzioni tecnologiche innovative. Le aziende cercano professionisti pro-attivi nella soluzione di problemi informatici e di coding sempre più complessi, per questo è fondamentale essere dotati di ottime doti di creatività e problem solving.

Se stai cercando un professionista IT che faccia la differenza per la tua organizzazione contattami

Aiuto le aziende a ✔TROVARE ✔SELEZIONARE ✔ATTIRARE i migliori talenti

Dario Franzosi

HeadHunter&Recruiter, Cesop HR Consulting Company