Quali saranno le professionalità più ricercate nei prossimi 10 anni? Queste professionalità esistono già?

E il business in cui operiamo, come cambierà? Di quali professionisti avrà bisogno? Da dove verranno i nuovi competitor?

Avere una chiara strategia di Employer Branding significa costruire e far vivere un brand capace di attrarre gruppi di persone che sposano la vision aziendale e i valori che quotidianamente spingono all’azione i collaboratori, a prescindere dallo scorrere del tempo e dall’evolversi del business; a prescindere dall’inquadramento professionale e dal background di studi.

E’ possibile attivare un circolo virtuoso in cui la reputazione aziendale precede gli annunci di lavoro stimolando nel candidato target una scelta verso l’azienda piuttosto che verso un lavoro (uno stipendio, delle mansioni, un inquadramento, dei benefit …). Solo così si potranno accogliere con profitto i cambiamenti del settore e del business in cui si opera, senza temere che i propri talenti siano “rubati” e continuando a stimolare l’attenzione e l’interesse dei singoli professionisti disponibili sul mercato.

Non possiamo più aspettarci piogge di candidature spontanee tramite l’ATS – specialmente da parte dei talenti più preziosi sul mercato – ma è necessario lavorare di anticipo, creando Employer Brand Awareness e Reputation, grazie alle quali i candidati abbiano già le idee molto chiare una volta raggiunti dalla chiamata di un head-hunter o di un recruiter aziendale. Diversamente il grande lavoro di talent scouting tramite i placement universitari, su LinkedIn, o di un’agenzia sarà gettato al vento quando il candidato rifiuterà l’offerta.

Più il candidato ha talento, più è collocabile sul mercato e maggiori sono le alternative che potrà valutare: per vincere questa competizione è necessario costruire un solido vantaggio competitivo. Competere sulla componente economica rischia di essere controproducente mentre costruire il vantaggio competitivo su leve soft garantisce la possibilità di ritagliarsi uno spazio unico e inimitabile sul mercato del lavoro, capace di attrarre i talenti interessati proprio a quelle leve soft.

Ecco che nasce l’esigenza di una strategia di Employer Branding, con la finalità di costruire un posizionamento di mercato efficace e funzionale agli obiettivi di business attuali e prospettici.

Per riprendere il controllo del tuo Employer Branding CONTATTACI SUBITO!

 

 

Milano, Corso Garibaldi 24
Bologna, Via San Felice 13

Mail: a.benedetti@cesop.it
Tel: 051 272441

Andrea Benedetti

Direttore Area Employer Branding, Cesop HR Consulting Company

Share This