Il Business Model Canvas è uno strumento strategico utilizzato per progettare un nuovo business o per verificare il funzionamento di un’attività esistente. La sua caratteristica principale consiste nell’analisi visuale che abilita: permette di schematizzare e rappresentate graficamente tutte le parti necessarie per il funzionamento dell’impresa, suddivise in blocchi logici: risorse, prodotti, canali di vendita, attività da eseguire, relazioni con i clienti, struttura finanziaria, proposta di valore eccetera, e cogliere immediatamente le relazioni e interazioni tra loro.

Il modello è molto flessibile ed è stato adattato con successo a specifici scenari e applicazioni in ambito business, come la verifica del product/market fit, l’analisi della catena di approvvigionamento, l’analisi del cash flow, la strutturazione ed efficacia della comunicazione interna e altri ancora.
Concentrandosi su alcuni quadranti e con la guida di un facilitatore esperto, il canvas diventa uno strumento di ricerca e analisi sia per misurazioni quantitative che qualitative, come l’identità aziendale: essendo una risorsa, è possibile analizzare come è costruita e come viene comunicata ai vari segmenti di pubblico utilizzando le logiche del canvas.

Nell’ambito dell’evento Best Employer of Choice 2018, Cesop si avvarrà della collaborazione dei facilitatori di Agenfap per proporre un’analisi degli strumenti e delle leve utili per essere scelti dai giovani neolaureati come un’azienda in cui si desidererebbe lavorare.

L’analisi avverrà usando specifici settori del modello, riprogettato in chiave di story canvas: key message, obiettivi e canali di comunicazione social. Mettendo in relazione gli elementi propri di ciascun settore sarà possibile definire uno storytelling, una narrazione della realtà dell’azienda come luogo di lavoro, e verificare che questa “idea dell’azienda” trasmessa verso l’esterno crei coinvolgimento nei confronti dei potenziali candidati, sia allineata con l’immagine di sé come luogo di lavoro ideale che l’azienda vuole inviare, sia comunicata attraverso i canali giusti verso il giusto target.

Il canvas ha un forte impatto visuale: permette subito di vedere cosa c’è, cosa funziona in relazione a cosa, cosa manca, cosa non è allineato nel quadro complessivo della realtà aziendale. La costruzione del quadro è uno sforzo collaborativo e beneficia delle diverse esperienze e diversi punti di vista delle persone coinvolte, sforzo effettuato in un’atmosfera che stimola la creatività e la partecipazione e permette di far emergere connessioni e intuizioni inedite.

Sarà interessante confrontare la narrazione di sé delle aziende come luoghi di lavoro che emergerà dal canvas con i risultati della ricercaBest Employer of Choice 2018 e identificare le azioni, punti di forza e punti deboli che emergeranno.

Best Employer of Choice 2018