Quali sono i punti di contatto tra la Vostra Azienda e lo spirito del Premio Tesi di Laurea Ingenio al Femminile?

Rai Way sostiene da sempre i principi di non discriminazione delle diversità e di tutela delle pari opportunità, declinati concretamente in procedure e sistemi di ricerca e selezione, formazione, retribuzione e gestione del personale che assicurino il pluralismo delle professionalità e ne valorizzino capacità ed inclinazioni, basandosi esclusivamente su criteri di merito e di competenza.

Muovendo da questa premessa necessaria ma anche consapevoli di operare in un settore che – per tradizione e scelte individuali di studi – vede nel genere maschile la componente maggioritaria di presenza, cogliamo nello spirito e nelle finalità del Premio “Ingenio al Femminile” una comunanza di intenti e di visione prospettica orientata a ristabilire, anche in una visione complessiva di sostenibilità, contrappesi più equi in ambiti storicamente maschili.

Tracciando esemplificazioni concrete, le candidature femminili nei processi selettivi per profili tecnico-ingegneristici sono ancora minoritarie rispetto all’affluenza maschile, e ne rinveniamo le motivazioni a monte che risiedono in un orientamento, ancora non sufficientemente significativo, delle giovani studentesse verso l’adesione a percorsi di studi STEM.

A fronte di questo dato, annoveriamo contestualmente al nostro interno percorsi di successo al femminile nei profili tecnici considerati ed in ruoli manageriali, a testimonianza, laddove necessario ribadirlo, che il talento e le competenze risiedono nell’individuo, senza distinzione di genere, e che l’apporto al femminile in questi ambiti vada, per queste ragioni e per l’esperienza positiva di cui siamo attori e testimoni, incentivato e valorizzato.

Il  sostegno della Società all’iniziativa del Consiglio Nazionale degli Ingegneri intercetta pertanto  l’impegno comune a contribuire attivamente alla valorizzazione di percorsi  al femminile in ambito STEM, a sensibilizzare e a promuovere l’adesione verso questa tipologia di studi, ed in sintesi a concorrere alla creazione di una società del futuro in cui le diversità, considerate in ottica inclusiva, rilevino unicamente per le caratteristiche di arricchimento, culturale ed esperienziale, di innovazione  e di creatività di cui sono una naturale connotazione.

 

L’obiettivo 5 dell’Agenda 2030 promuove il raggiungimento della parità di genere: significa eliminare ogni forma di discriminazione contro le donne e le ragazze. All’interno di questo contesto, avete implementato o avete in programma di implementare programmi di parità di genere ed inclusione lavorativa? Se sì, In che modo la vostra azienda promuove il talento femminile al suo interno?

Rai Way, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs), ha definito una strategia complessiva di sviluppo ed attenzione ai profili di sostenibilità, confermando il proprio impegno nel rispondere alle sfide globali e nella creazione di valore sostenibile per tutti gli stakeholder.

Con particolare attenzione alle tematiche di diversity & inclusion, gli indirizzi tracciati nel Piano di sostenibilità societario 2021-2023, annoverano nel pillar Sociale gli obiettivi di valorizzazione delle diversità e di garanzia dell’inclusione, attestando fattivamente una linea di continuità con i principi e i valori societari di non discriminazione e di tutela delle pari opportunità, anche attraverso l’implementazione di misure concrete che agevolino l’equilibrio vita-lavoro.

In particolare, nel 2023 intendiamo traguardare l’obiettivo del 35% del genere meno rappresentato in posizioni manageriali, con riferimento all’organico di genere, contro il 28% circa del 2019, mentre in relazione alle misure di sostegno al work-life balance, anche correlate alle esigenze familiari delle lavoratrici-madri, l’obiettivo atteso, già nel 2021, è la configurazione di un modello strutturale di lavoro agile per almeno il 45% dei dipendenti.

Per i profili di focalizzazione organizzativa, in ambito risorse umane abbiamo configurato la funzione “Diversity & Community Relations” con l’obiettivo di sviluppare specifiche iniziative di Diversity Management funzionali alla valorizzazione delle diversità culturali ed esperienziali in ottica inclusiva.  Dal 2015, è inoltre attiva, a sostegno delle politiche di non discriminazione, la Commissione Pari Opportunità societaria con il compito di contribuire all’attuazione dei principi di uguaglianza e pari opportunità tra lavoratrici e lavoratori.

Il nostro impegno per la diversità e l’inclusione trova espressione anche nel ruolo della nostra community di Role Models, composta da profili manageriali femminili con lauree STEM, che partecipa attivamente ad iniziative divulgative presso gli Istituti Superiori di II grado del Territorio, con l’obiettivo di sensibilizzare ed incentivare le giovani studentesse verso percorsi di studio legati a materie tecnico-scientifiche.

In termini più ampi, abbiamo inoltre potenziato il network associativo, avviando collaborazioni importanti nel segno dell’impegno comune per l’equilibrio di genere e per una cultura inclusiva. La Società ha quindi aderito al “Manifesto per l’occupazione femminile”, promosso dall’Associazione Valore D, impegnandosi a sostenere e valorizzare l’occupazione femminile in Azienda e verso l’esterno.

Parimenti, Rai Way ha aderito alla Carta delle Pari Opportunità ed Uguaglianza sul Lavoro, una dichiarazione di intenti sottoscritta dalle imprese aderenti, con l’obiettivo di promuovere la diffusione di una cultura aziendale e di politiche libere da discriminazioni e pregiudizi e capaci di valorizzare i talenti in tutta la loro diversità.

 

Come avete declinato il valore della sostenibilità in attività concrete e iniziative per diffondere questa cultura in azienda?

Nel Piano di sostenibilità societario, Rai Way ha declinato i propri impegni in materia di sviluppo sostenibile particolarmente riferiti ai pillar Ambiente, Sociale, Governance e Innovazione, articolando 6 indirizzi strategici, 20 obiettivi e 14 target, a cui sono collegate 33 aree di iniziative operative, che vedono il concorso attivo di tutte le Strutture societarie al miglioramento continuo dell’azione aziendale sui temi della sostenibilità.

Nel favorire lo sviluppo di una cultura aziendale sostenibile, condivisa e realmente partecipata, abbiamo quindi implementato la configurazione di modelli di governance virtuale, interfunzionali in chiave ESG, con l’obiettivo di assicurare un presidio attivo, coordinato e capillare su target ed azioni di Piano, promuovendo una visione integrata e sinergica di obiettivi ed impegni assunti.

Il tutto è stato arricchito da un’azione costante di comunicazione interna, con l’obiettivo di divulgare, informare e potenziare l’engagement complessivo della comunità aziendale sui valori e sull’importanza dell’adozione di approcci e comportamenti sostenibili unitamente ad investimenti qualificati in ambito formativo per la configurazione di iniziative ed attività di learning mirate, destinate a tutti i dipendenti.

 

Lasciamo a voi la parola: Quale è il messaggio più importante che vorreste condividere con una platea di giovani donne laureate e laureande in materie tecniche?

Mi piace riportare una citazione evocativa “l’uomo è fatto in maniera tale che se qualcosa accende la sua anima, l’impossibile non esiste”. Il segreto del vostro futuro professionale è racchiuso nelle key words passione e resilienza: sognate quindi con ambizione, siate protese al cambiamento e all’innovazione e curiose nell’approcciare con mente aperta sfide anche non convenzionali, impegnandovi ogni giorno per rendere concrete le vostre aspirazioni.

 

Tre parole che associate al Premio Tesi di Laurea Ingenio al Femminile

Merito, Agile Mindset, Inclusione

Dott.ssa Stefania Cinque

Direttore delle Risorse Umane - Chief Human Resources Officer Rai Way

Share This